Apri e scarica lo Statuto

REGOLAMENTO DEL FORUM

ART. 1 – ISTITUZIONE

In attuazione della Carta Europea della Partecipazione dei Giovani alla vita comunale e regionale, adottata dal Congresso dei Poteri Locali e Regionali d’Europa il 21 maggio 2003 e successive modifiche e integrazioni, del “Libro Bianco della Commissione Europea: un nuovo impulso per la gioventù europea” – Bruxelles 2001 – e della Risoluzione del Consiglio d’Europa del 25 novembre 2003 (obiettivi comuni sulla partecipazione e informazione dei giovani), è istituito il Forum dei Giovani inteso quale organismo di partecipazione che si propone di avvicinare i giovani alle Istituzioni e le Istituzioni al mondo dei giovani.

I Consiglieri del Forum hanno un’età compresa tra i 16 ed i 30 anni compiuti e sono rappresentati da una quota elettiva e una quota di diritto.

ART. 2 – IMPEGNI DELL’AMMINISTRAZIONE

L’Amministrazione Comunale si impegna a:

  • Offrire una sede operativa ed amministrativa al Forum presso struttura idonea con relativa bacheca e attrezzature, la sede ampia da ospitare il Consiglio, il gabinetto del Presidente e le riunioni degli organi ristretti sarà attrezzata con almeno una scrivania, un computer, una stampante e un collegamento a banda larga ad internet.
  • Definire un Responsabile del Procedimento per il supporto e il funzionamento del Forum.
  • Istituire per il funzionamento del Forum un apposito capitolo di bilancio, con relativo stanziamento per le
    spese e sostenimento dei costi imprescindibili del Forum.
  • Convocare il Consiglio Comunale almeno una volta all’anno per discutere la programmazione delle politiche giovanili comunali alla presenza del Forum.
  • Prendere atto del programma presentato dal Forum per le proprie attività.
  • Chiedere parere al Forum sul proprio bilancio di previsione nonché sui piani degli investimenti, attraverso
    un confronto finalizzato a delineare gli obiettivi in materia di politiche giovanili.
  • Far pervenire, anche su richiesta del Forum, atti, documenti, studi e dati consentiti dalle norme in materia di politiche giovanili, sociali, culturali e quanto attinente alle attività dell’organo.
  • Pubblicizzare le iniziative concordate e gli eventuali documenti del Forum.
  • Favorire l’utilizzo da parte degli Organi del Forum di spazi autonomi sulla stampa edita direttamente dall’Amministrazione Comunale.
  • Favorire l’utilizzo di spazi autonomi autogestiti all’interno dell’ufficio Informagiovani e/o siti comunali.
  • Convocare il Consiglio o la Giunta nella prima seduta utile per la discussione delle modifiche al regolamento proposte dal Forum.
  • Destinare la sala consiliare del comune/municipio come sede operativa ufficiale per le plenarie del Forum, in subordine a tutte le altre necessità della sala, ovvero in caso di necessità una altra sala adatta allo scopo.

ART. 3 – FINALITA’ DEL FORUM.

I Forum hanno le seguenti finalità:

  • Rappresentare i giovani del territorio in forma democratica e partecipata;
  • Stimolare i giovani alla partecipazione democratica alla vita pubblica, contribuendo alla formazione di un sano e robusto tessuto sociale giovanile cittadino;
  • Permettere ai giovani della città di disporre di un forte strumento di dialogo e relazione istituzionale con l’Amministrazione Comunale;
  • Fornire ai giovani un luogo in cui possano esprimersi liberamente su argomenti che li preoccupano, ivi compreso a proposito di proposte e di politiche dei Comuni e delle Province, definendo gli obiettivi ed i programmi relativi alle politiche giovanili di competenza dell’Amministrazione;
  • Offrire ai giovani la possibilità di presentare delle proposte;
  • Permettere agli Enti suddetti di consultare i giovani su questioni specifiche;
  • Fornire una sede in cui si possano elaborare, seguire e valutare dei progetti riguardanti i giovani;
  • Offrire una sede che possa favorire la concertazione con delle associazioni ed organizzazioni giovanili;
  • Favorire la partecipazione dei giovani in altri organi consultivi degli Enti Locali;
  • Pare ai giovani la possibilità di esprimersi e di agire su problemi che li riguardano, formandoli alla vita democratica e alla gestione della vita della comunità;
  • Promuovere iniziative pubbliche, convegni, dibattiti, ricerche in materia di politiche giovanili;
  • Promuovere progetti a livello locale, provinciale regionale e comunitario anche in collaborazione con Enti Pubblici, Associazioni ed altri Forum, rivolti ai giovani;
  • Promuovere un rapporto di comunicazione con i giovani dell’Ente in collaborazione con le realtà, le aggregazioni, le istituzioni presenti nel Forum o interessate ai lavori dello stesso;
  • Favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione Locale, giovani e aggregazioni giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi;
  • Affiancare l’Amministrazione Comunale nella strategia di informazione e di comunicazione che coinvolga le istituzioni, le aggregazioni, le associazioni comprese nel Forum, in rapporto organico con le strutture degli “Informagiovani”, che sinergicamente interagiscono con l’intera attività del Forum, così come previsto dalla Risoluzione del Consiglio d’Europa del 25/11/2003 in materia di obiettivi comuni sulla partecipazione e informazione dei giovani (GUUE, 05/12/2003);
  • Approfondire, esaminare e fare proposte sul rapporto tra Ente Locale e realtà giovanile; promuovere forme di volontariato e di collaborazione con i servizi dell’Amministrazione rivolti ai giovani.
  • Il Forum è aperto al contributo di tutti, anche di esterni, fermo restando il diritto di voto per i soli Consiglieri facenti parte del Forum. La partecipazione al Forum è gratuita.

ART. 4 – AREE DI INTERESSE

  • FORMAZIONE, ISTRUZIONE, RAPPORTI CON LE SCUOLE, UNIVERSITA’.
  • LAVORO, DISOCCUPAZIONE GIOVANILE, COMMERCIO, TRASPORTI, DECORO URBANO.
  • POLITICHE CULTURALI, SOCIALI, INTEGRAZIONE, PARI OPPORTUNITA’, PATRIMONIO.
  • POLITICHE DELLO SPORT, AMBIENTE, INTRATTENIMENTO, RAPPORTI CON LE ASSOCIAZIONI.

 

ART. 5 – COMPETENZE

  • Promuovere iniziative pubbliche, convegni, dibattiti, ricerche in materia di politiche giovanili.
  • Promuovere progetti a livello locale, provinciale, regionale e comunitario, anche in collaborazione con enti pubblici, associazioni e altri Forum.
  • Istituire gruppi di lavoro (commissioni), in riferimento alle aree di lavoro individuate all’art. 4, che siano coerenti al contesto locale.
  • Esaminare e fare propri i documenti elaborati dai vari gruppi di lavoro.
  • Promuovere un rapporto di comunicazione con i giovani del Comune in collaborazione con le realtà, le aggregazioni, le istituzioni presenti nel forum o interessate ai lavori dello stesso.
  • Favorire la costituzione di un sistema informativo integrato fra Amministrazione Comunale, giovani e aggregazioni giovanili, rispetto ai bisogni emergenti sul territorio comunale ed agli interventi ad essi relativi.
  • Approfondire, esaminare e fare proposte sul rapporto tra Ente Locale e realtà giovanile.
  • Promuovere forme di volontariato e di collaborazione con i servizi dell’Amministrazione Comunale rivolti ai giovani.
  • Convocare almeno una volta l’anno un’assemblea pubblica per presentare il proprio programma che verrà trasmesso alla Giunta.
  • Proporre all’Amministrazione Comunale eventuali modifiche al presente regolamento: tale richiesta verrà discussa nel Consiglio Comunale alla sua prima seduta utile.
  • Interagire con altri organismi giovanili locali, sviluppando collaborazioni circa attività inerenti alle politiche giovanili, nonché rispondere alle esigenze del territorio attraverso un coordinamento esteso.

ART. 6 – COMPOSIZIONE CONSIGLIO E MODALITA’ DELLE ELEZIONI

  • Il Forum dei Giovani ha nell’Assemblea il suo organo sovrano, ovvero il Consiglio.
  • Il Forum è aperto al contributo di tutti, anche di esterni, fermo restando il diritto di voto per i soli membri Consiglieri facenti parte del Forum.
  • Hanno diritto di partecipare all’Assemblea, senza diritto di voto, il Sindaco, l’Assessore Comunale alle Politiche Giovanili e chiunque ne abbia interesse, compresi i delegati delle associazioni presenti sul territorio.
  • Il Consiglio è composto da n. 13 consiglieri (quota elettiva) e n.3 consiglieri (quota di diritto). L’intero Consiglio nel complesso sarà composto da max 16 membri.
  • Il commissario elettorale, ovvero il Comune, di concerto con i dirigenti degli istituti delle scuole superiori presenti sul territorio comunale stimolerà lo svolgersi di assemblee interne per l’elezione di n.1
    consigliere di diritto che rappresenterà la scuola appartenente. Dovranno comunicare all’ufficio politiche giovanili del Comune entro 15 gg dalla data delle elezioni il rappresentante d’istituto indicato dall’assemblea o dal dirigente. Nel caso in cui si costituiscono meno rappresentanti rispettivamente agli istituti presenti, il numero dei membri di diritto rimarrà invariato e in regime di quiescenza fino all’individuazione del nuovo rappresentante d’Istituto, che avverrà in fase di consultazione interna della scuola (art. 11) – (operazione da svolgersi almeno 60 gg prima delle elezioni).
  • La consultazione elettorale avviene nel seggio individuato dalla Amministrazione Comunale. Hanno diritto di voto i cittadini residenti nel comune di Ariano Irpino, con età compresa tra i 16 ed i 30 anni compiuti alla data della consultazione elettorale.
  • Possono candidarsi tutti i giovani con età compresa tra i 16 ed i 30 anni compiuti alla data della consultazione elettorale e residenti nel Comune di Ariano Irpino.
  • E’ causa di incompatibilità la contemporanea elezione in altri Forum locali e/o elezione nel Consiglio Comunale cittadino.
  • L’Amministrazione, tramite propria struttura, si incaricherà di svolgere tutte le mansioni necessarie allo svolgimento delle elezioni. Pubblicherà il bando della data delle elezioni che devono avvenire non prima di 15 giorni e non oltre i 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando. Il Presidente della commissione elettorale verrà supportato dal segretario e da scrutatori.
  • Le candidature saranno presentate con consegna presso il Comune entro e non oltre il termine di 10 giorni prima della data delle elezioni. Per candidarsi c’è bisogno di n. 120 firme per lista di giovani compresi fra i 16 e i 30 anni residenti nel Comune di Ariano Irpino, identificati a mezzo di documento di riconoscimento idoneo da allegare in copia.
  • La modulistica predisposta dal commissario elettorale sarà disponibile presso l’ufficio del Comune predisposto a partire da 30 giorni prima della data delle elezioni.
  • Le elezioni si svolgeranno in un seggio stabilito con avviso affisso presso il Comune entro 20 giorni prima dalla data delle elezioni.
  • Ciascuna lista potrà presentare da un minimo di 8 ad un massimo di 13 candidati (di cui almeno 3 devono essere donne) ed un solo candidato Presidente e dovrà essere contrassegnata da NOME e SIMBOLO (es.1).
  • Ogni candidato Presidente potrà essere collegato ad 1 lista soltanto.
  • Le preferenze da poter esprimere sono max n.2, apportando con una crocetta il cognome del candidato consigliere prescelto; se doppia indicare con doppia crocetta i candidati prescelti, della stessa lista.
  • Il voto alla lista viene attribuito alla lista ed al candidato Presidente.
  • Il voto ad un candidato consigliere vale automaticamente come preferenza per il candidato Presidente collegato alla lista. ( es. 2).
  • Il voto al solo candidato Presidente vale automaticamente anche come voto di lista. Non è possibile ricorrere al voto disgiunto.
  • La crocetta sul simbolo della lista non è obbligatoria né fondamentale. Tutte le schede difformi saranno considerate nulle.
  • La ripartizione dei 13 seggi avverrà secondo il metodo D’Hondt, attribuendo il 60% dei seggi alla lista che riporterà il maggior numero di voti, arrotondato all’intero successivo. Applicazione del metodo secondo le normative vigenti.
  • Nel caso una lista raggiunga una percentuale superiore al 60%, comunque verranno assegnati a quella lista il 60% dei seggi.
  • Alla ripartizione potranno partecipare soltanto le liste che hanno superato la soglia minima del 4 %.
  • Sarà eletto Presidente del Forum il candidato alla suddetta carica della lista che ha ottenuto la maggioranza relativa dei voti.

ESEMPIO DI PRESENTAZIONE DELLA LISTA ELETTORALE. (es. 1)

Simbolo della lista

Nome della lista

Candidato Presidente della lista

1. Candidato consigliere
2. Candidato consigliere
3. Candidato consigliere
4. Candidato consigliere
5. Candidato consigliere
6. Candidato consigliere
7. Candidato consigliere
8. Candidato consigliere
9. Candidato consigliere
10. Candidato consigliere
11. Candidato consigliere
12. Candidato consigliere
13. Candidato consigliere

ESEMPIO DI SCHEDA ELETTORALE (es. 2)

Ogni scheda elettorale sarà composta da tutte le liste presentate e con i nomi dei relativi candidati Presidenti e dei candidati consiglieri.

Per esprimere le due preferenze bisognerà apporre la crocetta sullo spazio destinato ai cognomi dei candidati prescelti

Simbolo della lista (A)

Nome della lista (A)

Candidato Presidente della lista (nominativo)

1. Candidato consigliere
2. Candidato consigliere
3. Candidato consigliere
4. Candidato consigliere
5. Candidato consigliere x
6. Candidato consigliere
7. Candidato consigliere
8. Candidato consigliere
9. Candidato consigliere
10. Candidato consigliere
11. Candidato consigliere
12. Candidato consigliere
13. Candidato consigliere

La preferenza unica o doppia espressa va in automatico anche alla lista e al Presidente collegato.

ART. 7 – FUNZIONAMENTO, DECADENZA E SCIOGLIMENTO DELL’ASSEMBLEA

La perdita della qualifica di Consigliere può avvenire per i seguenti motivi:

  • per dimissioni da comunicarsi per iscritto al Consiglio e il Presidente;
  • in seguito alla registrazione di non oltre 3 assenze in sede di Assemblea durante un anno, tranne per il caso di
    delega permanente. E’ possibile l’utilizzo di una delega alla presenza, una tantum durante il mandato.

Assemblea

  • Il Forum è convocato almeno 6 volte nell’anno solare.
  • II Presidente convoca l’Assemblea del Forum comunicando data, luogo, ora e ordine del giorno tramite affissione presso il Comune e/o comunicazione pubblica (comunicato stampa, social, sms, mail) almeno 5 giorni (compresi festivi) prima della data dell’assemblea.
  • L’Assemblea può essere convocata anche su richiesta di almeno 1/3 dei Consiglieri con le stesse modalità.
  • L’affissione deve contenere le firme dei richiedenti l’Assemblea, data, luogo, ora e ordine del giorno.
  • L’Assemblea può essere convocata anche su richiesta del Sindaco o dell’Assessore competente alle Politiche Giovanili con affissione presso il Comune i almeno 5 giorni (compresi festivi) prima della data dell’Assemblea.
  • La seduta del Forum è valida in prima convocazione con la presenza di almeno la maggioranza dei componenti e in seconda convocazione con la presenza di almeno il Presidente (o Vicepresidente) e di 1/4 dei Consiglieri, approssimato per eccesso.
  • L’Assemblea è presieduta dal Presidente, o in caso di sua assenza, dal Vice.
  • I verbali delle riunioni dell’Assemblea e il registro delle presenze sono redatti a cura del Segretario o, in sua assenza, e per quella sola Assemblea, da persona scelta dal Presidente tra i presenti. L’Assemblea delibera, sia in prima che in seconda convocazione, con la maggioranza della metà più uno dei membri presenti. In caso di parità dei voti, il voto del Presidente vale doppio.

L’Assemblea del Forum dei Giovani con i suoi Consiglieri è il massimo Organo deliberante:

  • Fissa le linee programmatiche per l’anno in corso.
  • Detta le direttive di allocazione delle risorse.
  • Approva in modo definitivo ed esecutivo i progetti del Forum.
  • Delibera su gli altri oggetti attinenti l’attività del Forum che non siano riservati alla competenza della Giunta o del Presidente.
  • Approva ogni regolamento interno.
  • Ha facoltà di sciogliersi e quindi richiedere al Sindaco di indire nuove elezioni anticipate.
  • Ogni Consigliere del Forum ha diritto ad esprimere un solo voto.
  • Il Presidente nomina un Segretario che ha l’obbligo di redigere il verbale d’Assemblea e di firmarlo congiuntamente con il Presidente.
  • Un Consigliere del Forum può delegare tramite richiesta scritta datata, firmata e indirizzata al Presidente a farsi rappresentare da un altro Consigliere del Forum; max n.3 volte durante l’intero mandato (sul calcolo di n.1 delega per ogni anno).
  • E’ possibile, per quei Consiglieri che ritengono di essere impossibilitati a partecipare al Forum per lungo tempo, delegare in forma permanente (max 5 mesi) un qualsiasi altro Consigliere.
  • Il delegato, consigliere di quota elettiva, acquisisce tutti i poteri compresi quello di voto, di proposizione e presentazione e gestione dei progetti del Consigliere delegante. La delega permanente (non superiore a 5 mesi) e l’eventuale revoca vengono presentati tramite richiesta scritta datata, firmata e indirizzata al Presidente, motivata e approvata del Presidente con valutazione oggettiva del motivo di delega. Non possono essere concesse più di 2 deleghe permanenti contemporanee.
  • Tutte le cariche, elettive, sono legittime fino a scadenza naturale del mandato. Nel caso di superamento del limite di età o di cessazione di un qualunque requisito vige per il Consigliere il regime di prorogatio fino a fine mandato. Le cariche di diritto cessano di esistere nel momento in cui il Consigliere non rappresenta più l’Istituto Superiore; si procederà alla surroga comunicando le procedure al dirigente scolastico, che nominerà o farà eleggere il nuovo rappresentante.
  • Le dimissioni sono previste, con comunicazione in carta semplice indirizzata al Presidente a mezzo raccomandata postale a/r, mail e per conoscenza all’Assessore alle Politiche Giovanili. In caso di dimissioni e decadenza il seggio viene assegnato al primo non eletto (a parità di voto il seggio verrà assegnato al candidato più anziano). In caso di assenza di candidati il seggio resta vacante.
  • La carica di componente del Forum è incompatibile con la carica di Amministratore di Ente Locale e/o di dipendente dell’amministrazione stessa.
  • Il Forum ed i suoi organismi durano in carica 3 anni.
  • Il Forum dei Giovani è sciolto dal Sindaco o dall’Assessore alle Politiche Giovanili sulla base di:
    – scadenza di mandato;
    – sfiducia al Presidente
  • In caso di motivazioni gravi e straordinarie, il Forum si scioglie anche con la dimissione incondizionata della maggioranza dei consiglieri dell’Assemblea. Le lettere di dimissione devono essere indirizzate al Presidente e per conoscenza al Sindaco e all’Assessore alle Politiche Giovanili.
  • In caso di scioglimento il Sindaco, o l’Assessore o un suo delegato, assume i poteri di commissario elettorale per portare il Forum alle elezioni.

ART. 8 – ORGANI ASSOCIATI

Gli altri organi del Forum sono il Presidente, il Vice Presidente, la Giunta, il Segretario, il Tesoriere e la Consulta.

Presidente

Il Presidente:

  • dirige il Forum e lo rappresenta;
  • convoca e presiede l’Assemblea e la Giunta;
  • definisce l’ordine del giorno dell’Assemblea di concerto con la Giunta;
  •  nomina il Vice Presidente;
  • nomina il Tesoriere;
  • nomina i 4 responsabili della Giunta;
  • nomina il Segretario.
  • In caso di dimissioni del Presidente o di impedimento grave, il Sindaco provvede ad indire nuove elezioni.
  • L’insediamento del Presidente avviene durante il primo consiglio del Forum dove parteciperanno e apriranno i lavori il Sindaco e l’Assessore alle Politiche Giovanili, e nello stesso giorno il Presidente provvederà a presentare all’Assemblea i 4 responsabili prescelti per la Giunta.
  • La mozione di sfiducia nei confronti del Presidente può essere proposta ed approvata all’ordine del giorno con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti aventi diritto. La mozione di sfiducia è approvata nella seduta successiva con il voto rigorosamente palese e favorevole della maggioranza assoluta di tutti i Consiglieri del Forum, appartenenti alla quota elettiva. Il voto di sfiducia non può essere oggetto di delega.
  • In caso di sfiducia il Sindaco indice nuove elezioni.
  • In assenza del Presidente, l’Assemblea viene presieduta dal Vice Presidente, il quale avrà nell’occasione gli stessi diritti del Presidente.
  • Il Presidente deve essere obbligatoriamente maggiorenne.

 

La Giunta

 

  • La Giunta è formata da 4 membri, tutti aventi diritto di voto.
  • Il Presidente appena eletto, nella stessa seduta, presenta la lista dei 4 membri che compongono la Giunta.
  • La Giunta per essere confermata deve ricevere il voto favorevole di almeno la maggioranza di tutti i Consiglieri del Forum di quota elettiva. Se per 3 volte alla Giunta presentata non viene accordata la fiducia dall’Assemblea del Forum allora il Presidente decade e si va a nuove elezioni. E’ facoltà del Presidente sostituire uno o più membri della Giunta. In tal caso sarà nuovamente necessaria una votazione di fiducia del Forum con le stesse modalità appena espresse.
  • Nella stessa sede il Presidente esprime il suo Vice, il Segretario e il Tesoriere .
  • Tutte queste figure dovranno essere obbligatoriamente membri eletti per l’Assemblea del Forum.
  • In caso di assenze per i membri della Giunta valgono le stesse regole sopra indicate per i componenti del Consiglio, fatta eccezione per il limite massimo della delega permanente che scende dai 5 ai 3 mesi.
  • Ogni membro della Giunta guiderà e coordinerà uno dei Gruppi di Lavoro stabiliti dall’art. 4 del presente Regolamento, salvo diversa indicazione del Presidente.
  • I Gruppi di Lavoro possono proporre all’Assemblea linee guida d’azione strategiche nel campo delle attività di loro competenza e congeniali al Forum.

La Giunta ha il compito di:

  • deliberare sulle questioni riguardanti l’attività del Forum per l’attuazione delle sue finalità secondo le
    direttive dell’Assemblea assumendo tutte le iniziative del caso;
  • approvare i progetti da presentare tramite il Presidente e/o CapoProgetto;
  • dare parere su ogni oggetto sottoposto al suo esame dal Presidente;
  • discutere tutte le proposte presentate dall’Amministrazione Comunale per procedere in seguito alla
    discussione in Consiglio (Comunale);
  • realizzare i deliberati dell’Assemblea;
  • svolgere funzioni esecutive;
  • amministrare i fondi del Forum;
  • predisporre i bilanci e la relazione sull’attività svolta;
  • stilare gli ordini del giorno per le Assemblee;
  • esercitare funzioni di controllo e di verifica sui singoli progetti;
  • deliberare la perdita di requisito di membro del Forum;
  • la Giunta delibera a maggioranza semplice, per alzata di mano, in base al numero dei presenti. In caso di parità prevale il voto del Presidente.

Vice Presidente

 

  • Il Vice Presidente svolge le medesime funzioni del Presidente in caso di sua assenza e fa parte della Giunta senza essere però a capo di una delle 4 aree di interesse e di competenza stabilite dall’art. 4 dello stesso regolamento, salvo indicazioni diverse del Presidente.
    Segretario
  • Il Segretario redige i verbali delle Assemblee e dei relativi registri delle presenze.
  • Mantiene i contatti con gli organi di stampa e pubblicizza attraverso i mezzi necessari i lavori svolti dal Forum.
  • Cura le convocazioni delle Assemblee per conto del Presidente.

Tesoriere

  • Il Tesoriere deve essere nominato all’interno dell’Assemblea tra i membri di quota elettiva.
  • Vigila e redige il capitolo di bilancio del Forum, dà la previsione di spesa sui progetti presentati dall’Assemblea.
  • Trasmette il bilancio annuale del Forum al Consiglio Comunale o alla Giunta Comunale.

La Consulta

Gruppo di giovani esclusivamente non di quota elettiva, residente nel Comune di rappresentanza del Forum, che ha il compito di suggerire e proporre agli organi deliberanti eventuali tematiche e questioni da approfondire in sede di Giunta e/o Consiglio. L’iscrizione alla Consulta avverrà annualmente attraverso un
tesseramento interno, con relativo versamento della quota deliberata dalla Giunta e modalità prescritte dal Regolamento dell’organo. I rappresentanti della Consulta potranno partecipare alle assemblee pubbliche, interagire con il Forum nell’organizzazione di attività e programmare iniziative durante l’intero anno.
Non sussiste né un numero massimo, né minimo dei componenti, nonché l’età compresa tra 14 e 35 anni compiuti; rappresentanti di associazioni, parrocchie, società sportive, collegi locali e quanto possa essere di supporto alle competenze del Forum.

ART. 9 – MODIFICHE AL REGOLAMENTO

Le modifiche al presente Statuto si apportano per emendamento, nel rispetto dell’ordine del giorno si presenta l’emendamento da proporre all’Assemblea, vengono approvate a maggioranza qualificata degli eletti e trasmesse al Consiglio Comunale per le dovute istruzioni amministrative che dovranno completarsi entri 60 giorni. Le modifiche diventano vigenti ed efficaci dopo l’approvazione ad opera del Consiglio o Giunta Comunale.

Tali modifiche, in linea con gli adeguamenti legislativi, non devono ostare ai principi cardine e allo spirito del Forum dei Giovani così come derivato dalle disposizioni comunitarie, regionali e provinciali.

ART. 10 – FUNZIONAMENTO

  • In attuazione di quanto previsto all’art. 2 il Forum utilizza per il proprio funzionamento la sede con relativa bacheca e attrezzature, la sede sarà attrezzata con almeno una scrivania, un computer, una stampante e un collegamento a banda larga ad internet.
  • Il Forum trova supporto in un responsabile del procedimento per gli atti necessari e per le relazioni con altre istituzioni.
  • Il Forum dispone di un proprio capitolo di spesa presso il bilancio dell’amministrazione con apposito stanziamento. Non è prevista alcuna indennità, per il Presidente, per i componenti della Giunta e per i componenti del Forum.
  • A tal fine il Forum approva un documento di programmazione che rappresenta la previsione dell’utilizzo del detto stanziamento (capitolo di bilancio messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale) e lo trasmette al responsabile del procedimento e per conoscenza all’Assessore alle Politiche Giovanili.
  • Le spese saranno impegnate e liquidate sul citato capitolo da parte del responsabile del procedimento /dirigente di un settore sulla base del programma del Forum. Alla fine dell’esercizio annuale il Forum invia al responsabile del procedimento e all’Assessore alle Politiche Giovanili una relazione finale delle attività svolte.
  • Il Forum ha facoltà di rintracciare fondi e risorse tramite altri Enti (U.E., Amministrazioni nazionali, comunità montana, amministrazione provinciale, amministrazione regionale, bandi pubblici, sponsor privati con versamento su capitolo di spesa, autofinanziamento).

ART. 11 – COMMISSIONE ELETTORALE

La commissione elettorale è nominata dal Sindaco o dall’Assessore alle Politiche Giovanili. Suddetta commissione provvederà a tutte le procedure per le elezioni del Forum. Nominerà il presidente di seggio, il segretario e gli scrutatori.
In caso di ricorso richiesto da una lista bisognerà presentare la domanda alla commissione elettorale entro 10 giorni dalla date delle elezioni.

ART. 12 – DISPOSIZIONI FINALI

Per tutto quanto non espressamente previsto dal presente regolamento si applicano disposizioni di legge e/o di regolamenti speciali disciplinanti le rispettive materie. Le controversie di qualsiasi genere verranno risolte, previo tentativo di riconciliazione, dal Sindaco o dall’Assessore alle Politiche Giovanili. E’ sua facoltà sospendere qualunque carica del Forum fino a un numero di 3 sedute consecutive, previa motivata giustificazione.